Google

IL CONTEST SULLA SOSTENIBILITÀ

Data:28 aprile 2011
Commenti disattivati

Torna per la seconda edizione
Lumen – urban factory
Appuntamento dal 13 al 29 maggio 2011
presso le ex Fabbriche Salid nel Parco dell’Irno
LANCIATO UN CONTEST FOTOGRAFICO
 SUL TEMA DELLA SOSTENIBILITÀ
Candidature aperte fino al 21 aprile per vedere i propri lavori esposti nella mostra collaterale

Salerno, 15 aprile 2011 Consolidare un evento capace di accreditare la città di Salerno quale centro di sperimentazione in campo culturale ed artistico e che, a cadenza annuale, richiami l’attenzione dei professionisti di settore e contemporaneamente coinvolga gli amanti della urban art della city. Questa la reason why della II edizione di Lumen – urban factory, organizzata dall’Associazione Lumen Project con il sostegno del Comune di Salerno, in programma dal 13 al 19 maggio 2011 presso le ex Fabbriche Salid nel Parco dell’Irno.
Ideato dal collettivo Satoboy Clt. e Ziguline magazine, realizzato con il contributo di Camera di Commercio, Salerno Mobilità, Salerno Solidale, main sponsor Centro Commerciale Maximall e Monster Cookie, Lumen sarà l’evento di apertura di Salerno Porte Aperte 2011. Partner culturale dell’edizione la Galleria Wunderkammern di Roma che dal prossimo 16 giugno al 10 settembre ospiterà Lumen presso i propri spazi; media partner: Drome Magazine, Busta.  
IL CONCEPT DELL’EVENTO Promuovere le nuove forme della creatività contemporanea con uno sguardo particolarmente attento alla corrente artistica comunemente denominata “urban art”. Già nella prima edizione (maggio 2010) Lumen si è contraddistinta per l’aver proposto un concept espositivo ben preciso: invitare gli artisti più interessanti della scena urban a confrontarsi con un formato creativo ed espositivo diverso da quello con cui sono abituati a lavorare ed ad esprimersi normalmente. Dopo il riscontro registrato lo scorso anno presso il Complesso Monumentale di Santa Sofia, Lumen si ripropone con un nuovo tema ed una nuova location: le ex Fabbriche di laterizi Salid, stabili industriali degli anni ‘50 recentemente restaurati e riconvertiti. Resta salda la filosofia di presentare in un contenitore tangibile esponenti della “outsider art”, con particolare predilezione alle correnti “urban”, “street” e “low-brow”, spingendo gli artisti a confrontarsi con concetti e supporti creativi lontani da quello che è il loro tradizionale modo di operare.
Diverse le mostre in esposizione negli ampi spazi della struttura immersa nel Parco Urbano dell’Irno: il Vecchio Mulino ospiterà le 40 opere racchiuse nel concept “Arte Contemporanea in Controluce” (realizzate per la I edizione), mentre nella Fornace dell’Area – ultimo tassello completato, nell’ambito dell’intervento di recupero di archeologia industriale, che sarà di fatto inaugurato da “Lumen” – sarà allestita la Urban Factory dove 20 artisti, tra i più affermati della scena italiana ed internazionale, realizzeranno e poi esporranno le loro creazioni realizzate ad hoc per l’evento. Il concept proposto per quest’anno, che verrà svelato al pubblico ed alla stampa solo all’apertura della mostra, terrà conto del territorio e del luogo che ospiterà l’evento, cercando di creare un collegamento concettuale tra questi elementi e la forma espressiva dei singoli artisti coinvolti.
Ad integrare la proposta artistica di questa seconda edizione, diversi eventi collaterali tra cui un progetto espositivo legato al tema della sostenibilità.
LA MOSTRA COLLATERALE: IL CONTEST SULLA SOSTENIBILITÀ  Da giorni Lumen ha lanciato su internet un contest al quale sarà possibile candidarsi entro e non oltre giovedì 21 aprile. Gli interessati sono invitati a sviluppare la propria personale interpretazione del concetto di “sostenibilità”, applicabile alle questioni più rilevanti della società contemporanea, come l’ambiente, l’economia, la qualità della vita.
Ogni lavoro dovrà essere composto da una coppia di immagini fotografiche con cui l’autore ha inteso interpretare il concetto di “sostenibilità”. Tra le due immagini dovrà esserci un rapporto di complementarietà, ovvero: l’una è funzionale all’altra ai fini della comprensione dell’intero lavoro. Ci si potrà candidare solo una volta e con un solo lavoro.
A partire dal 22 aprile sarà possibile votare con un “mi piace” le opere pervenute e pubblicate sulla fanpage di I ♥ Street Art. Le votazioni si chiuderanno il 30 aprile.  I dieci vincitori del contest saranno così selezionati: tre verranno nominati tra quelli che avranno ottenuto il maggior numero di “mi piace”, i restanti sette verranno scelti dalla commissione giudicatrice di Lumen.
I dieci lavori vincitori del contest andranno a formare una delle esposizioni collaterali che completeranno il programma di Lumen e verranno allestiti all’interno di un apposito percorso all’interno dell’area. Ogni lavoro verrà riprodotto su di un pannello di dimensioni 4 x 1,8 metri. Le opere verranno installate sui pannelli secondo una particolare tecnica chiamata “lenticolare” e che permette alle immagini di essere visualizzate, a turno e sullo stesso piano, a seconda del punto d’osservazione. Questo aspetto dovrà essere tenuto in grande considerazione dagli autori nella realizzazione delle immagini al fine di rendere il lavoro efficace e comprensibile.
Il contest è sviluppato in collaborazione con Campania Eco Festival e suggella il gemellaggio tra le due manifestazioni che hanno lo stesso intento: sensibilizzare all'ecosostenibilità ambientale nella ricerca di un equilibrio fra il soddisfacimento delle esigenze attuali senza compromettere la possibilità delle future generazioni di sopperire alle proprie.
INFO Le adesioni al Contest saranno aperte fino a giovedì 21 aprile al link http://www.ziguline.com/2011/03/18/news-lumen-2-lancia-un-nuovo-contest-sul-tema-della-sostenibilita. Sullo stesso sito sono disponibili maggiori informazioni e diversi link utili di video esplicativi.

Ufficio Stampa JaG Communication
Tel/fax: 089 797416 – press@jagcommunication.com    
Gilda Camaggio 335 6785601 – Silvia De Cesare 334 3422911

Sorry, the comment form is closed at this time.