Mostra fotografica a Modena: Edward Weston dal 14 settembre

Edward Weston è considerato uno dei pionieri della "straight photography", ossia della fotografia diretta, quella che proviene da immagini di vita contemporanea che non viene edulcorata da photoshop e manipolazioni varie, che vede in Alfred Stieglitz il proprio mentore.

Ed è proprio al famoso fotografo americano che viene dedicata una mostra di scatti intitolata "Edward Weston. Una retrospettiva", che verrà inaugurata il 14 settembre a Modena presso l'ex Ospedale Sant'Agostino, in occasione del Festival della filosofia. L'obiettivo dell'esposizione è quello di ripercorrere attraverso le 110 immagini originali proposte, la vita dell'artista dall'inizio degli anni Venti alla fine dei Quaranta.

Questo evento fotografico è stato reso possibile grazie alla collaborazione con il Center for Creative Photography di Tucson, in Arizona, che ha fornito in gentil concessione le fotografie più commemorative di questo grande professionista del settore.  

Dai suoi scatti si evince la ricerca della perfezione e uno costante sviluppo della precisione che vuole lasciare il posto all'interpretazione: a lui si devono una varietà infinita di sfumature che spaziano dal bianco al nero e che conferiscono ai soggetti inquadrati grande vitalità e movimento. Sembra quasi poterli toccare.

 La rassegna vuole riproporre tutte le fasi della vita dell'artista, che iniziò con una tecnica molto simile a quella dei pittori: si inizia con i primi ritratti esaltati grazie alla realizzazione di stampe fotografiche particolari. Si passa, quindi, a frammenti di volti e nudi per poi terminare con still life e immagini di viaggio. Nei suoi ultimi anni di vita si dedicò principalmente a nudi e nature morte, dando loro grande vita e polso grazie all'utilizzo di particolari carte fotografiche.

Segui Photoworld su FacebookTwitter e Google +

 

Condividi questo post