Fotografia d’autore: gli indiani di Curtis venduti a 1 milione e mezzo di dollari

 

La fotografia è una forma d'arte del Novecento che vale, sia in termini di cultura che in termini della quantità di persone che ci si dedicano. Ma anche, perchè no, in termini economici, soprattutto quando si parla di fotografia d'autore.

Negli ultimi giorni, ad esempio, è stata battuta all'asta di Swann un'opera che è stata in grado di far conoscere al mondo le tribù indigene del Nord America: stiamo parlando di The North American Indian, un'opera enciclopedica realizzata da Edward Sheriff Curtis. L'artista americano è considerato una leggenda della fotografia. Vissuto tra il 1868 e il 1952, ha trascorso la sua vita percorrendo in lungo e in largo il Nuovo Continente, documentando i volti e le tradizioni degli indiani. Il risultato che ne conseguì fu quest'opera dall'incredibile valore culturale (e non solo) composta da 20 volumi e 20 raccolte di immagini.

Il prezzo a cui è stata venduta è pari a circa un milione e mezzo di dollari, una cifra che supera ogni record battuto dalla famosa casa di New York e che ci dimostra come sia possibile far conoscere al mondo un pezzo della nostra storia attraverso le tecniche più innovative. 

Segui Photoworld su FacebookTwitter e Google +

 

 

 

Condividi questo post