Adrenalina e tecniche di fotografia. Ritorna “Click on the mountain”.

Courmayeur, da domani in gara team di quattro persone
con fotografo, freeskier, snowboarder e uno sciatore locale
Tre giorni di tempo per immortalare l’attimo vincente

Scenari da sogno, montagne mozzafiato, discese spericolate, salti e fuoripista. Momenti di pura adrenalina che vengono immortalati dalla macchina fotografica. E’ lo spirito di Click on The Mountain, concorso che unisce lo sport e la fotografia e che da domani a sabato riempirà Courmayeur di appassionati. I team in gara sono quattro. Tutti i fotografi sono di eccellenza, freelance che collaborano con l riviste del settore più affermate d’Europa.  

Nei team, oltre al fotografo ci sono un freeskier, uno snowboarder e uno sciatore del posto: in sole 72 ore dovranno realizzare un portfolio di 20 scatti unici con cui racchiudere l’essenza dello sport e del Monte Bianco. Salite, lunghe attese per aspettare la luce migliore, la neve più farinosa, l’inquadratura perfetta. Gli aspetti di cui tenere conto sono tanti, e per vincere occorre ottenere una giusta miscela. Dietro la macchina fotografica ci saranno: Tero Repo, professionista finlandese; Daniel Ronnback, svedese; Tim Lloyd, inglese e Marius Schwager, tedesco. I primi tre sono stati invitati dall’organizzazione, Schwager, invece, ha vinto un concorso online si è guadagnato così la partecipazione. Tero Repo si è fatto conoscere come fotografo di freeride seguendo grandi nomi del panorama come Xavier de le Rue e Sam Smoothy, e collezionando un considerevole numero di copertine sulle riviste di tutto il mondo. Daniel Rönnbäck è in continua crescita – non ha alcun problema a seguire gli atleti sui ripidi versanti delle montagne – catturando così momenti unici. Tim Lloyd impressiona per la sua versatilità, dagli shooting con Level1 production al trail running, ha lavorato con i migliori atleti al mondo.  

Tutti avranno tre giorni di tempo per comporre il loro portfolio: un giorno a Courmayeur tra la Cresta d’Arp e i boschi della Val Veny, un giorno verso Punta Helbronner con le Funivie Monte Bianco per i numerosi itinerari freeride, concludendo poi con una giornata in elicottero verso la zona più selvaggia della Vetta d’Europa. L’evento è nato nel 2009, grazie a un’idea di Manuel Castelnuovo, presidente della Scuola di sci Courmayeur. Il via ufficiale sarà domani alle 20,30 al Jardin de l’Ange, con l’incontro tra i vari team. Da mercoledì a venerdì le squadre saranno sulla neve; sabato alle 18, all’Ange, la premiazione del team vincente. Sul sito www.clickonthemountain.com si trovano tutte le informazioni e le immagini mozzafiato scattate nelle scorse edizioni. 

Condividi questo post